I KPI APPLICATI ALLA GRANDE DISTRIBUZIONE ORGANIZZATA

GESTIRE E MONITORARE IL SERVIZIO DI MANUTENZIONE

In questo caso di studio, illustreremo un progetto di ottimizzazione della manutenzione nel settore GDO (Grande Distribuzione Organizzata), che MIPU ha affrontato ponendo particolare attenzione all’analisi degli indicatori di performance.

 

CUSTOMER PROFILE

Il Cliente seguito durante questo progetto è una delle più importanti società italiane della Grande Distribuzione Organizzata. Si occupa dell’intera filiera distributiva, dalla fase di approvvigionamento, deposito e conservazione fino alla distribuzione della merce ai punti vendita. Il core business dell’attività è la gestione dei magazzini di stoccaggio e conservazione delle merci.
Il Cliente possiede magazzini di stoccaggio localizzati in diverse sedi sul territorio italiano. Questi magazzini sono suddivisi principalmente in due tipologie.

  • Magazzini di generi vari (nei quali sono stoccate le merci non deperibili)
  • Magazzini di prodotti deperibili (nei quali sono stoccate le merci deperibili che necessitano di adeguate condizioni di temperatura e umidità).

 

LE NECESSITA’ DEL CLIENTE

L’esigenza del cliente era disporre di uno strumento con il quale monitorare efficacemente la gestione della manutenzione ed i relativi costi nei diversi siti operativi, per tutta la catena di supermercati. La Direzione di manutenzione del Cliente richiedeva uno strumento che a fronte di chiari obiettivi, consentisse l’ottimizzazione del servizio di manutenzione GDO. Ovvero, la certa individuazione di andamenti, criticità e scostamenti di gestione e di costo delle attività in controllo, generando in contemporanea proposte di azioni correttive e di miglioramento.

 

LA NOSTRA SOLUZIONE

La soluzione proposta ed applicata da MIPU nelle strutture del Cliente è stata introdotta con metodo consolidato eseguito in 4 Fasi.

  • La Prima Fase ha visto l’inventario e la mappatura di tutti gli asset aziendali soggetti a manutenzione nei differenti siti e l’implementazione e classificazione degli stessi all’interno di un software CMMS dedicato. Grazie al software è stato possibile registrare le attività di manutenzione a guasto e di manutenzione pianificata.
  • Nella Seconda Fase, MIPU ha provveduto alla raccolta dati, assicurando input completi e corretti per la successiva fase di analisi dei Key Performance Indicators (KPI).
  • I KPI sono stati al centro della Terza Fase, che ha visto il confronto con il Cliente nello studio e nella scelta dei KPI più importanti da monitorare nella Grande Distribuzione Organizzata e nel suo caso specifico. Con gli indicatori sono stati identificati ed implementati cruscotti ad hoc per i differenti Enti e funzioni operative aziendali coinvolte. I cruscotti sono fondamentali per un puntuale monitoraggio delle prestazioni manutentive GDO.

 

MIGLIORAMENTI CONSEGUITI

La Quarta Fase si è rivolta all’applicazione sistematica di attività di miglioramento a fronte delle indicazioni ricavate dai cruscotti KPI GDO.
I KPI attivati e monitorati dal Cliente sono stati suddivisi tra indici di efficienza ed indici di efficacia.

indicatori_di_performance_nella_gdo

Gli indici di efficacia monitorano le attività derivanti da manutenzioni correttive (MTTR – Mean Time To Repair). Grazie al loro studio è stato possibile, tra le altre cose, valutare la qualità del servizio di manutenzione. Un immediato risultato è stato misurare l’efficacia delle prestazioni dei manutentori interni, esterni e delle società di servizio. Le indicazioni raccolte hanno consentito l’ottimizzazione dei costi con significativo risparmio economico. Inoltre, è stato possibile creare un benchmark fra supermercati per un efficace confronto dei costi e dei servizi e valutare i supermercati efficienti.

Gli indici di efficienza, invece, permettono di effettuare monitoraggio e studi sui macchinari utilizzati, in particolar modo sugli impianti di produzione del freddo. L’analisi degli indicatori MTBM (Mean Time Between Maintenance) e MTBF (Mean Time Between Failures) ha evidenziato criticità su macchine rotanti e macchine di movimentazione merci nei magazzini. Queste evidenze hanno innescato interventi ed attività di miglioramento che hanno portato ad ottimizzare il controllo magazzino del supermercato.

Tra gli indici di efficienza sono inseriti anche quelli economici, attraverso i quali è stato possibile individuare gli aspetti della manutenzione da aggredire con priorità. Obiettivo? Conseguire sensibili risparmi, come ad esempio è avvenuto nella gestione del magazzino tecnologico dei ricambi.

 

E’ attraverso l’implementazione di un sistema di indicatori di performance che si è potuto misurare e conoscere le prestazioni del processo aziendale. L’analisi degli indicatori di performance nella grande distribuzione organizzata è un approccio irrinunciabile per assumere decisioni responsabili e produttive. La definizione e lo studio dei KPI nella GDO, così come in altri settori, sono la sola strada per assicurare un solido e redditizio miglioramento continuo.

 

Per saperne di più su questo caso di studio o su altri interventi di miglioramento in ambito GDO, contattaci!

Altre Case History:

Inserisci i tuoi dati qui sotto per continuare a leggere il contenuto: