MIPU ospite di Università Italo Francese, The European House Ambrosetti e IDC Cognitive & AI Summit 2018

MIPU ospite di Università Italo Francese, The European House Ambrosetti e IDC Cognitive & AI Summit 2018

Giulia Baccarin speaker di importanti convegni su Intelligenza artificiale e machine learning

 

“Le sfide dell’Intelligenza Artificiale” 

I 20 di attività dell’Università Italo Francese sono stati l’occasione per discutere il tema dell’Intelligenza Artificiale attraverso due tavole rotonde che hanno riunito eminenti personalità del mondo scientifico e accademico, sia d’Italia che di Francia.

Obiettivo del convegno è stato quello di affrontare il tema dell’Intelligenza Artificiale nella sua complessità: da un lato i fattori scientifici e tecnologici, aspetti sui quali ha fatto da apripista Giulia Baccarin, dall’altro i fattori psicologici ed etici ad essa collegati.

 

 

“Cosa ci riserverà l’Intelligenza Artificiale: scenario futuro, applicazioni pratiche e risvolti etici”.

La parola chiave attorno alla quale si è costruito il convegno del 22 novembre 2018, organizzato da The European House Ambrosetti, è stata Intelligenza Artificiale. Obiettivo del convegno è stato quello di analizzare, comprendere e discutere quello che sarà l’impatto dell’Intelligenza Artificiale nelle nostre vite. Non solo dunque i progressi ed i benefici in campo industriale, ma anche le conseguenze sulla società, sulle persone e sul loro futuro lavoro, nonché l’etica alla base del rapporto uomo/tecnologia.

Giulia Baccarin è stata chiamata come ospite del convegno a discutere il passaggio all’impresa predittiva attraverso l’impiego della tecnologia e le conseguenti ripercussioni dovute all’automazione: lavoro nel futuro o futuro senza lavoro?

 

“IDC Cognitive & AI Summit 2018: cognitive computing e machine learning”

Il 22 novembre a Milano si è tenuto il convegno IDC Cognitive & AI Summit 2018, un’importante occasione per affrontare il tema dell’entrata delle nuove tecnologie all’interno di modelli di business tradizionali e da tempo consolidati. L’approdo dell’Intelligenza Artificiale sta portando inevitabilmente al ridisegno dell’attività del “fare impresa”, costruendo nuovi modelli di business centrati su processi sempre più guidati dai dati e dalla loro analisi: il tutto perseguendo obiettivi di innovazione ed efficientamento.

Giulia Baccarin è stata invitata a partecipare come Guest Keynote Speaker e ha presentato alla platea il tema dell’economia dell’intelligenza: l’intelligenza collettiva, la mente aumentata in cui capacità umane e meccaniche lavorano insieme, è infatti la più grande opportunità di disintermediazione che le aziende italiane hanno avuto negli ultimi 50 anni, rispetto alla insufficienza di infrastrutture, agli eccessivi costi di produzione e ad altre carenze che il Paese ha maturato. Nel suo intervento Baccarin ha parlato di come sfruttare a pieno questa opportunità ed anticipare i tempi.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.