Cogito, un aperitivo per la mente: Giulia Baccarin invitata per parlare di A.I.

Cogito, un aperitivo per la mente: Giulia Baccarin invitata per parlare di A.I.

Giovedì 8 febbraio 2018 l’appuntamento al Museo Storico dei Motori e dei Meccanismi, Palermo

 

Cogito è un osservatorio di fenomeni culturali contemporanei improntato sulla valorizzazione del Bene Comune. Nelle sue attività coinvolge scuole, università e associazioni invitandole a riflettere sui temi più diversi: futuro, ambiente, tecnologia, cultura, arte e tanti altri.

Cogito, un aperitivo per la mente, è un progetto nato a Palermo da un’idea di Alberto e Francesca Tasca d’Almerita. Giovedì 8 febbraio è arrivato alla sesta edizione.
Il tema centrale di questo appuntamento era l’“Intelligenza Artificiale”. E’ stata invitata a parlarne Giulia Baccarin, non solo in quanto co-founder di MIPU Predictive Analytics Hub, ma anche e soprattutto sulla base della sua attività di promozione del ruolo dell’etica nell’intelligenza artificiale.

L’evento è stato inserito nel cartellone di Palermo capitale italiana della cultura e ha riunito tantissimi spettatori che hanno anche partecipato attivamente condividendo pensieri e riflessioni.

“l’intelligenza artificiale, che può essere definita come la scienza che insegna alle macchine a pensare e a simulare i comportamenti degli esseri umani, si distingue tra intelligenza artificiale forte e intelligenza artificiale debole. La prima, anche detta generale, mira a simulare la mente dell’essere umano. La seconda si compone di quelle applicazioni e algoritmi che mirano a risolvere uno specifico problema. […] Tutta l’intelligenza artificiale che conosciamo oggi è debole.”
Questo l’incipit dell’intervento di Giulia Baccarin, che ha poi risposto alle domande del pubblico.

Il video dell’evento verrà condiviso a breve… stay tuned!

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.